Indossare un’opera d’arte

Qualche curiosità sull’autentico cappello “Panama”

Un originale e autentico cappello “Panama” si realizza grazie ad una forma d’arte nata in Ecuador molti secoli fa. Sulla costa sud orientale dell’Ecuador in Valdivia, dove vive una delle più antiche culture precolombiane d’America, venne scoperto un materiale così leggero, bianco e flessibile ideale per essere tessuto in “tocas”, ovvero un panno fine che veniva utilizzato dalle popolazioni locali per proteggere la testa dal clima tropicale e dai forti raggi del sole equatoriale.

I “tocas” erano tessuti a mano utilizzando le lunghe fronde

della pianta della “toquilla”. Secoli dopo il Re Carlo IV di Spagna e sua moglie Maria Luisa, incuriositi, diedero il permesso ai tessitori di fondare dei laboratori al fine di sviluppare meglio la loro arte.

In segno di riconoscenza

i botanici battezzarono la palma “toquilla Carludovica Palmetta” in onore del monarca. Da quei giorni in poi il materiale ha guadagnato una reputazione mondiale per la sua enorme flessibilità, resistenza e versatilità. Dall’intreccio di una paglia duttile e leggera in “tocas” è iniziato un processo che si è evoluto nel corso di tremila anni e si è sviluppato in un elegante “sombrero”: il famoso cappello “Panama”.

Questo bellissimo copricapo, intrecciato a mano dalle donne

in Ecuador, è stato erroneamente chiamato “Panama” dai marinai che lo usavano e ne apprezzavano la bellezza e la qualità quando attraversavano l’istmo di Panama. Quando la luna scivola nel suo ultimo quarto, la paglia diventa leggera e più facile da tagliare, un momento propizio per la raccolta. In questo frangente del ciclo della luna la “toquilla” è, di conseguenza, più flessibile da tessere.

All’interno degli steli verdi della pianta

risiedono le giovani foglie di colore avorio, bianco perla… Con molta attenzione, il grosso gambo verde viene aperto e le foglie più giovani vengono meticolosamente selezionate, tagliate longitudinalmente a nastri come ciocche e piegate. Più i fili sono stretti, più il cappello risulterà fine. I fili sottili della “toquilla” vengono poi bolliti e lasciati ad essiccare sotto il caldo sole equatoriale. I lunghi fili secchi vengono poi arricciati in lunghezza in modo tale che risultino formanti delle fibre cilindriche chiuse.

Successivamente vengono esposti all’aria umida della notte,

e il risultato è la pregiata “paja toquilla” che una volta trasportata in città rinomate per i loro bei cappelli viene venduta direttamente per la tessitura. Nasce così un autentico cappello “Panama” originale che ha avuto origine in Ecuador molti secoli fa. Gli esperti tessitori danno dunque alla natura un’altra forma di vita. Prendono con le mani i fili essiccati della paja e annodano, creano figure e trame fino ad ottenere il lavoro desiderato completo.

Questo processo lavorativo può durare fino a 6 mesi,

a seconda della qualità della trama che si vuole ottenere. Ogni nodo rappresenta la loro storia, i loro miti, la loro musica, i loro sentimenti, la loro cultura e soprattutto una tradizione millenaria che si tramanda di generazione in generazione, in questa grande comunità di artigiani che basano il proprio lavoro sull’esperienza.

I cappelli paja toquilla naturali portano il loro colore

fin dalla costa ecuadoregna. Ogni paja viene estratta da una pianta diversa, ogni filo sottile è nato in un luogo che ha più diversità per Km2 di qualsiasi altro al mondo. Le esigenze della moda fanno da regolatore per le tonalità dei colori, sempre ottenute con coloranti ecologici che rispettano gli standard mondiali. I cappelli vengono lasciati riposare sotto i raggi del sole equatoriale per conferire loro tonalità uniche e caratteristiche.

Gli artigiani prendono i materiali direttamente dalla terra

e i cappelli prodotti vengono consegnati ai clienti esattamente nello stesso modo naturale. L’elaborato processo di un autentico cappello “Panama” è quello in cui avviene il passaggio attraverso molte mani, dando il via a un lavoro di altissima qualità.

Quando il sole sorge dall’orizzonte e l’aria del mattino è umida di rugiada,

l’abile artigiano tesse le ciocche flessibili in una forma. Un atto che compirà religiosamente ogni giorno fino a 60 giorni, per questo le loro vite sono intrecciate ad ogni trama. Saranno poi le donne a provvedere all’intreccio finale del cappello.

Infine, il prodotto finito:

un cappello tanto squisito quanto unico viene lasciato sbiancare naturalmente sotto il sole di mezzogiorno. Un originale cappello Panama è in realtà un’opera d’arte da indossare, intrecciato unicamente a mano in Ecuador con “toquilla” 100% naturale ed ecologica.

Open chat