Prima giornata dei Locali Storici d’Italia

Sabato 13 novembre 2021

Prima giornata dei Locali Storici d’Italia

Due i Locali Storici a Recco, i Ristoranti Manuelina e Da Ö Vittorio

Recco è posizionata lungo la riviera

del levante ligure, nel cuore del Golfo Paradiso. Durante la seconda guerra mondiale fu rasa al suolo da 27 bombardamenti subendo la devastazione totale del suo caratteristico centro storico. Il viadotto ferroviario che ancora oggi la attraversa fu sostanzialmente il motivo del tanto cruento accanimento da parte dei bombardieri inglesi.

Il suo abbattimento avrebbe comportato l’isolamento

con il resto della nazione impedendo i rifornimenti alle truppe germaniche stanziate nel centro Italia e ormai in ritirata. Nel dopoguerra la ricostruzione di Recco seguì i canoni edili di allora, senza troppi vincoli rispetto al presente, depauperandola delle tipiche caratteristiche degli antichi borghi marinari liguri, conservate invece nel tempo da altre vicine località balneari.

I recchesi, senza case e privi di attività,

fecero della loro innata capacità di trasformare i prodotti della terra e del mare un vero e proprio contesto imprenditoriale che ancora oggi è trainante. Da quel momento infatti si decretò l’inizio di un lungo percorso che ha portato la celebre città ad essere oggi la “Capitale Gastronomica della Liguria” e  la Focaccia col formaggio ne è indiscutibilmente l’emblema.

La leggenda ci narra che la Focaccia

esisteva già all’epoca della terza crociata: “Era la Pentecoste di rose dell’anno 1189… Sulle bianche tovaglie di lino ricamate nei piatti di peltro e di rame… carpione di pesce, olive… e una focaccia di semola e di giuncata appena rappresa …”.

Continua poi raccontando che durante le incursioni dei saraceni

la popolazione recchese si rifugiava nelle valli dove, soltanto con olio, formaggetta e farina, preparava una sorta di antesignana di quella che oggi è per noi tutti la Focaccia di Recco col formaggio. Veniva realizzata cuocendo l’impasto di acqua e farina, ripieno di formaggio, su di una pietra d’ardesia, detta “la ciappa”.

Doveroso ripercorrere, anche se in poche righe,

la vita della famosa Focaccia perché le osterie e i semplici forni di allora, che con il passare del tempo si sono trasformati in ristoranti e panifici rinomati, ne hanno sempre fatto un cavallo di battaglia della loro cucina e della gastronomia regionale.

Oggi Recco è una città di poco più di 10.000 abitanti,

che continua ad essere, grazie alla lungimiranza delle genti del passato, una meta indiscussa per l’appassionato movimento del turismo gastronomico, annoverando anche sul suo territorio cittadino due Locali Storici d’Italia: il Ristorante Manuelina e il ristorante Da Ö Vittorio, entrambi orgogliosi di fare parte della prestigiosa Associazione e, naturalmente, anche del Consorzio Focaccia di Recco I.G.P.

Le due importanti realtà gastronomiche recchesi

sono state tappe gourmet ideali nei decenni della loro vita di ospiti illustri: personaggi dello sport, del cinema, della televisione, della politica e di migliaia e migliaia di clienti provenienti da ogni parte del mondo; testimoni indiscussi dell’evoluzione dei due locali che, senza mai abbandonare la preparazione della Focaccia, hanno deliziato i palati dei buongustai più esigenti con ricette sfiziose cucinate con ingredienti di alta qualità da grandi cuochi.

I locali, per essere ammessi tra i Ristoranti Storici,

devono avere almeno settant’anni di storia, conservato arredi ed ambienti originali che ne testimoniano le origini, e poi cimeli, ricordi, scritti e documentazioni storiche relative alle cronache del tempo e naturalmente golosi illustri ai tavoli.

Sabato 13 novembre a partire dalle ore 18.00,

in occasione della prima giornata dei Locali Storici d’Italia, i due ristoranti di Recco hanno aperto i loro ambienti, con delle visite guidate e dedicate, in modo particolare ai media raccontando così la propria storia e gli aneddoti più cari e significativi della loro vita.

Sono trascorsi tanti anni

dai primi vagiti della Manuelina e di Ö Vittorio e in tutto questo tempo tanti palati sono stati deliziati dal loro lavoro, ora, a noi, non resta che augurare a questi due orgogli italiani di soddisfarne ancora tanti e tanti altri.

Uno Storico Buon Appetito a tutti!!!

Open chat

Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Cliccando su ACCETTO, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie di terze parti. Per maggiori informazioni maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi