Quando presi il motoscafo a Milano per andare a cena

Sono trascorsi molti anni

da quella tiepida giornata del giugno 2013 ma il ricordo è ancora bello nitido. Ero stato invitato da Massimo Gianolli, presidente della cantina La Collina dei Ciliegi (ruolo che credo ricopra ancora oggi), nonché finanziere e amico, a imbarcarmi a Milano per andare a cena.

“Questo è tutto matto!” penserete voi. “Imbarcarsi a Milano per andare a cena è pura follia.”

Invece non lo è e le cose andarono proprio così. Raggiunsi la metropoli lombarda con la mia auto che lasciai posteggiata in un garage nei pressi di Viale Gabriele d’Annunzio e in pochi passi arrivai alla Darsena. Più o meno contemporaneamente vidi arrivare alcuni colleghi della stampa, della televisione e Massimo accompagnato da persone del suo entourage. Dopo i saluti di rito vedemmo arrivare un elegante motoscafo, stile veneziano, sul quale prendemmo posto sotto i raggi di un piacevole sole meneghino. Ancora qualche istante e partimmo dall’alzaia Naviglio Grande in direzione Cassinetta di Lugagnano.

Il Naviglio Grande è un corso d’acqua

navigabile lunga circa 50 km, ha un dislivello d’acqua di 34 metri e un larghezza che varia dai 20 ai 12 metri. Prende acqua dal Ticino e si estende da Lonate Pozzolo (Tornavento) fino alla Darsena di Porta Ticinese. La sua storia è secolare. Fu di fatti concepito per essere sia fonte d’acqua per l’agricoltura che corso navigabile. Nato nel lontano 1177 è navigabile dal 1272 ed è il più antico e importante del “Sistema Navigli” milanese.

Naviglio a parte perché un motoscafo? Perché la cena e perché Cassinetta di Lugagnano?

Ora cercherò di spiegare la piacevole situazione. L’istrionico Massimo Gianolli in quel periodo intraprese un pregiata iniziativa legata all’alta ristorazione, e lo fece con Fabio Barbaglini, classe 74, bravissimo chef di grande esperienza. Barbaglini, allievo prediletto del grandissimo Ezio Santin, tre stelle Michelin, prese in quel contesto il testimone dal suo maestro proprio nel celebre ristorante “Antica Osteria del Ponte” a Cassinetta di Lugagnano. Santin e Antica Osteria rappresentano un binomio che ha scritto pagine di storia della ristorazione d’eccellenza italiana. Ezio, classe 37, con Gualtiero Marchesi, viene considerato uno dei padri della nostra cucina. Anni di professione, di successi e di riconoscimenti. L’Antica Osteria è ambientata nel verde, sulla sponda del Naviglio, a due passi dal Parco del Ticino, in una atmosfera rilassante e confortante. E’ un’antica dimora, locanda da sempre e da decenni ristorante di classe.

Cassinetta di Lugagnano

è un piccolo comune con meno di 2 mila abitanti la cui economia si basa principalmente sull’agricoltura. Fu nel 1860 che vennero unificati i due centri di Cassinetta e di Lugagnano, quest’ultimo più antico e già abitato in epoca romana.

Navigammo in piacevolezza sul Naviglio

per circa un’ora e venti minuti prima di raggiungere l’Osteria; a bordo tra un’intervista e l’altra dei vari giornalisti all’amico Massimo venne servito un fresco brut della Collina dei Ciliegi che rese ancora più godereccio un viaggio a dir poco delizioso. Anche io lo intervistai. Dalle sue parole appresi che l’idea, anche in vista di quello che sarebbe stato nel breve futuro il grande appuntamento con l’Expo di Milano, era quella di offrire ai clienti della cantina e ai turisti più esigenti un servizio d’élite. Addirittura la possibilità di raggiungere l’imbarcadero di Cassinetta per la cena o per il pranzo non solo dalla Darsena di Milano ma che dalla Malpensa per coloro che fossero arrivati dall’estero in aereo. Un servizio di chauffeur personalizzato a richiesta. In poche parole una gran bella idea.

Una volta sbarcati

mi dedicai ad altre interviste per completare al meglio il mio servizio giornalistico legato alla giornata. Una di queste la realizzai con il Sindaco del momento Daniela Accinasio con la quale spendemmo parole di elogio per l’iniziativa sottolineando anche l’operato della società di navigazione proprio per la valorizzazione del Naviglio inteso come risorsa del territorio. Una navigazione effettuata con attenzione e con un profondo rispetto per gli argini.

Poi parlammo dell’Osteria,

vera perla della ristorazione italiana e infine riconfermammo il concetto della piacevolezza del luogo a pochi passi dalla grande città: “Un anfratto di Francia in Lombardia” venne detto scherzosamente. Ebbi modo anche di intervistare il fotografo e l’autore di un volume, anch’esso presentato nel corso della giornata, dedicato allo “Stile Cassinetta” eleganza e buon gusto. Parlai dunque con Maurizio Brera e Alessandro Agrati, due stimabili professionisti e persone piacevolissime. Poi altri ospiti di Massimo Gianolli e le due stelle dell’evento: Ezio Santin e Fabio Barbaglini. Come ho già scritto in altre occasioni Ezio è un uomo gentilissimo e disponibilissimo e altrettanto posso dire di Fabio che in quel frangente non trascurò certo una giustificata emozione per il momento.

All’imbarcadero venne servito l’aperitivo con vini firmati La Collina dei Ciliegi

e abbinato a squisite sfiziosità, e per concludere ci accomodammo all’interno del celebre ristorante per la cena. Fu preparato un carosello di piatti lavorati a quattro mani dai nostri chef e accompagnati da una selezione di vini appositamente scelta dal sommelier campione del mondo 2010 Luca Gardini.

Un rosé metodo classico, cremoso, sapido;

poi una Spergola, una bianco emiliano, l’intermezzo con una Barbera e per concludere Recioto e Amarone anch’essi della Collina dei Ciliegi: grandi piatti e grandi vini.

Sono trascorsi molti anni da quella tiepida giornata del giugno 2013

ma il ricordo è ancora bello nitido. Si, fu una giornata fantastica, peccato che il progetto non proseguì a lungo nel suo intento: a volte anche le idee migliori purtroppo hanno delle difficoltà a vivere nel tempo.

E’ la vita…una cosa sempre meravigliosa!

Open chat

Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Cliccando su ACCETTO, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie di terze parti. Per maggiori informazioni maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi