Tenute Rubino con il Palombara

Nel magico contesto di Borgo Egnazia,

si è tenuto un doppio appuntamento: il primo interamente dedicato ai vini Primitivo dell’azienda brindisina e alla presentazione del Progetto Palombara con l’artista Dino Sambiasi che ha realizzato l’opera da cui è stata tratta l’etichetta del vino. A seguire una cena esperienziale all’insegna della creatività e della raffinatezza: da un’idea di Giuseppe Cupertino sono stati proposti piatti gourmet in abbinamento al Palombara vendemmia 2019, servito a diverse temperature.

Un cammino di valorizzazione e sinergia che, a Tenute Rubino,

ha sempre trovato nel dialogo con l’Arte, la cultura e la creatività il suo orizzonte di riferimento. Lunedì 8 novembre, nell’esclusiva cornice di Borgo Egnazia, è stato svelato ad una platea di cento ospiti il Progetto Palombara, con l’uscita della prima vendemmia (2019) e del suo primo vino della Tenuta agricola di Lizzano, nel cuore della DOC di Manduria.

Degustazione dei Primitivi di Tenute Rubino,

Punta Aquila, Visellio e Palombara 2019; tre etichette identitarie raccontate alla platea con dovizia di particolari da Luigi Rubino, proprietario dell’azienda, Piernicola Tondo (agronomo) e Luca Petrelli (enologo).

Tenute Rubino è riuscita ad individuare,

ancora una volta, nuovi spunti per raccontarsi, attingendo da linguaggi e tecniche che puntano ad affermare uno stile identitario nella comunicazione del vino.  Un percorso che oggi si è arricchito di un ulteriore tassello, con il Palombara Primitivo di Manduria DOC: un grande fuoriclasse dell’enologia pugliese che, attraverso una veste grafica stilizzata e colorata, esprime un rinnovato dialogo tra vino di qualità e arte contemporanea.

Un binomio che coniuga creatività e fare sartoriale,

tradizione e visione, per un incontro che vede l’arte diventare linguaggio d’elezione per raccontare territori, storie di famiglia, sapori e tradizioni. È questo il fil rouge della comunicazione di Tenute Rubino che punta a valorizzare le eccellenze professionali della comunità locale per restituire valore al territorio.

 

Open chat

Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Cliccando su ACCETTO, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie di terze parti. Per maggiori informazioni maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi